PROFESSIONISTI

null

Avv. Ernesto Chirico

null

Ernesto Chirico, segue tutto il contenzioso in ambito di diritto del lavoro, diritto sindacale e della previdenza sociale. Si occupa altresì di  diritto civile e commerciale  nell’ambito delle obbligazioni contrattuali ed extracontrattuali e di risarcimento del danno.

Segue altresì tutta la materia della responsabilità medica sotto il profilo civilistico e penale.

Laureatosi all’Università di Padova nel 2006, è abilitato all’esercizio della professione forense dal 2009.

Ha conseguito un master universitario di specializzazione nella materia del diritto del lavoro e della previdenza sociale presso l’Università di Padova nel 2011.

null

Contatti
PEC: ernesto.chirico@ordineavvocatipadova.it

Avv. Elena Brandi

null

Elena Brandi, segue tutto il contenzioso civile e commerciale nell’ambito delle obbligazioni contrattuali ed extracontrattuali, occupandosi altresì di recupero del credito di impresa, procedure concorsuali e di diritto bancario.

Segue altresì tutta la materia delle locazioni e del diritto immobiliare, del diritto delle successioni e del diritto di famiglia.

Laureatasi all’Università di Padova nel 2008, è abilitata all’esercizio della professione forense dal 2011.

null

Contatti
PEC: elena.brandi@ordineavvocatipadova.it

Dr.ssa Rebecca Canella

null

Rebecca Canella, segue parte del contenzioso stragiudiziale e si occupa del recupero dei crediti di impresa. Segue altresì le procedure esecutive ed è esperta in contabilità e consulenza del lavoro.

Laureatasi all’Università di Ferrara nel 2015.

CONTATTACI ORA

chirico@studioernestochirico.com
tel: 049-623344

"Il nostro non è un mestiere che si insegna, è un mestiere che si impara. Si impara battendosi contro gli errori, le ingiustizie, le angherie, a volte le meschinità. Si impara indignandosi di ogni sopruso giudiziario, da chiunque provenga. Si impara nelle notti insonni, nei tumulti delle nostre angosce. Si impara soffrendo con i nostri assistiti, scu­sandoci con loro dei misfatti del sistema giudi­ziario e di chi lo gestisce. Si impara coltivando una fede doverosa e irra­gionevole nella Giustizia. Si impara tremando nell'indossare la toga, sen­tendosi penetrati dalla sua malia. Si impara osservando all'opera — se possibile —i Maestri d'Avvocatura, studiandone le mosse, cercando di emularli, illudendoci di carpire il loro ingegno. Si impara ringraziando i nostri Padri per aver custodito e tramandato l'incantevole seduzione della Difesa."

Ettore Randazzo – L’Avvocato e la Verità
Sellerio Editore, Palermo 2015

Area riservata